Ci vuole fegato per chiamarsi Nicola Dioguardi 2018-06-04T20:38:45+00:00

Project Description

Collana: Narrativa/biografie

Editore: Bolognino editore
Numero pagine: 191
Formato cm. 11,5 x18
Anno di pubblicazione: luglio 2013
Prezzo E. xx
ISBN 978-88-95704-87-6

ACQUISTA

Ci vuole fegato per chiamarsi Nicola Dioguardi

Dialogo con Fiorenza Presbitero

Bolognino editore

« La medicina è una passione che, come tutte le passioni, passa attraverso entusiasmi e tristezze, slanci e difficoltà, gioie e dolori, è una passione che parla non solo del corpo, ma dell’anima degli uomini. richiede non solo una mente lucida, ma un cuore generoso. Ci è sembrato di dover raccontare del professor Dioguardi qualcosa di più dei successi scientifici e professionali: della dimensione umana, che per sua naturale discrezione e riservatezza pochi conoscono, ma che può insegnare e trasmettere valori. Soprattutto ai giovani: il lavoro duro e la professione come parametro di capacità, la convinzione nelle cose che si fanno e il fare le cose in cui si crede come orizzonte mentale e identità, e infine, la continua curiosità per progredire nella medicina e nella vita».

Patrizia Presbitero

E arriviamo al cuore della sua ricerca.
In breve se a qualcuno può interessare, da quanto si può estrarre dalla epistemologia storica, ho considerato il moto come proprietà esistenziale della materia in qualsiasi forma si trovi nel nostro Universo.Non c’è  materia senza moto determinato dal cambiamento nel tempo. Lo studio dello stato di moto è scienza che inizia con Aristotele. E’ sua la concezione che la materia, di cui è fatto ogni elemento del nostro Universo, si muova con un tipico naturale movimento, percepibile o non percepibile, nello spazio definito da Euclide… per tornare a contesti concreti ho valutato nel fegato e nel cuore, con metodi a base informatica, la loro capacitanza dinamica. Si tratta della quantità disponibile di energia, che consente variazioni e cambiamenti adattivi di stato dei propri parametri, senza modificazione della specie, in corso di malattie acute e croniche. In ogni singolo caso clinico, la metodica valuta, in termini scalari, cioè con numeri ricavati dal calcolo vettoriale, la quantità della capacità di moto, misurando le sue qualità consistenti: a) nella velocità media; b) nella misura della velocità di accellerazioni; c) nei cambiamenti di direzione e di percorso negli spazi della materia organizzata in strutture tridimensionali organiche… in breve il livello nel sangue di albumina si abbassa quando cala in numero di epatociti funzionanti, distrutti dalla patologia che colpisce il fegato; il livello delle IGg invece si alza per le congiunzioni … le IGG si alzano in quanto il sangue di provenienza intestinale penetra nell’organismo senza essere depurato dal fegato, suscitando una reazione immunitaria…

categorie

Contact Info

tguto.icdu2

Phone: t4h2 4h

Mobile: h56y7 h

Fax: 7h5nju6u mnj

Libreria eCommerce - Bolognino Editore Ignora