Folklore in Ivrea e Canavese 2018-06-04T20:38:42+00:00

Project Description

Collana: Carnevale

Editore: Bolognino editore
Numero pagine: 556
Formato cm. 11,5 x18
Anno di pubblicazione: maggio 1996
Prezzo E. 35
ISBN XXX-XX-XXXXX-XX-X

ACQUISTA

Folklore in Ivrea e Canavese

Pietro Ramella

Bolognino editore/Centro studi canavesani

«Perennemente in bilico tra storia e leggenda, mito e festa, il Carnevale di Ivrea torna ogni anno, sul volger dell’inverno: e se non è pioggia , il vento soffia a folate violente, d’infilata nel dedalo di vie e spazzando il lungo Dora. Raramente, assolati e limpidi giorni. Ed è subito il mercoledì delle Ceneri. à Atmosfere colori rimembranze: l’anima di una città e lo spirito di una comunità umana. Ad Ivrea con il Carnevale si misura il tempo: i momenti di felicità e quelli di tristezza, il ricordo del perduto amore e lo smarrimento allo specchio, per i primi capelli ingrigiti scoperti all’atto di calzare il giovedì grasso il berretto frigio. Seguendo un rarefatto percorso della memoria la festa di oggi si riflette nei secoli con il suo lento mutare di eventi: le pifferate, gli odori e i sapori dei faseui grass, quel profumo unico di arance spiccicate e di sterco di cavalli. Alla fine il fuoco degli Scarli, a guisa di rito di purificazione collettiva e perenne ricordanza di libertà riconquistata contro la tirannia… Ogni epoca ha consegnato al Carnevale eporediese qualcosa in cui credeva o che ben rappresentava una data situazione sociale: se certi suoi aspetti sono comuni a manifestazioni analoghe, altri gli hanno conferito un contenuto ed una forma che ne fanno un ché di unico e irriducibile a manifestazioni pur apparentemente similari».

Figura storica nello Storico Carnevale di Ivrea è quella del Podestà; ma per motivi vari da ricercarsi nella tradizione della manifestazione, questo personaggio è sovrastato da quelli della Mugnaia, del Generale e anche del Sostituto Gran Cancelliere. I primi dati relativi alla funzione del Podestà nell’ambito del comune di Yporegia si attestano sul finire del XII secolo. Dalle carte pubblicate dall’Assandria il primo Podestà nominato presso il nostro comune è Corrado Avogadro, cittadino vercellese nell’anno 1195. Si deve però notare che l’imperatore Federico aveva già nominato per gli anni 1185-1187 il legato imperiale Enrico Drusardo come Podestà di Yporegia…

categorie

Contact Info

tguto.icdu2

Phone: t4h2 4h

Mobile: h56y7 h

Fax: 7h5nju6u mnj

Libreria eCommerce - Bolognino Editore Ignora