Progetto Museo 2018-06-04T20:38:45+00:00

Project Description

Collana: Storia del Canavese

Editore: Bolognino editore
Numero pagine: 124
Formato cm. 11,5 x18
Anno di pubblicazione: marzo 1988
Prezzo E. xx
ISBN xxx-xx-xxxxx-xx-x

ACQUISTA

Museo P.A. Garda. Progetto Museo

Diego Pasinato

Bolognino editore/Città di Ivrea

«La pubblicazione di questo primo numero di Progetto Museo, è stata decisa per far conoscere e per consolidare, attraverso la loro presentazione pubblica, le scelte che l’amministrazione ha voluto assumere in questo settore. Una prima concerne il merito e consiste nell’aver individuato e nell’aveer deciso di utilizzare il museo come seconda colonna portante della struttura pubblica di servizio e di promozione culturale in Ivrea. Seconda, è bene precisare, in ordine cronologico di introduzione sulla scena, non in ordine d’ importanza. Una seconda riguarda il metodo. Si vuole che le scelte, operate dall’amministrazione, i risultati con essi conseguiti, i costi che per attuarle si sono  sopportati, siano non solo di pubblico dominio, ma raccolti e presentati in modo da essere facilmente consultabili e confrontabili… L’identità di una comunità cittadina si fonda sulla consapevolezza… Il museo e la biblioteca sono i luoghi di raccolta e di conservazione di queste testimonianze del passato come pure dei riferimenti al presente. Guai però se la funzione di raccolta e di conservazione prevale, o peggio, resta unica. La conservazione ha senso solo come presupposto indispensabile al consumo. Un consumo che non si può considerare né voluttuario, né superfluo, perché è il necessario nutrimento alla coscienza e alla consapevolezza di sé, e va quindi stimolato con le necessarie iniziative. Sul numero e sulla qualità di queste sono vitali il confronto e il colloquio tra l’Amministrazione e i suoi funzionari da una parte e il pubblico dall’altra. Perché è da questo colloquio, al quale non devono mancare i momenti critici, perché possibilmente, anche di proposta, che possono derivare una impostazione ed attuazione delle iniziative sempre più efficaci e concretamente attuali. Di questo colloquio “Progetto museo” è uno degli strumenti».

L’assessore alla Cultura

Giorgio Jannuzzi

Se scorriamo le opere ottocentesche che si propongono di fornire notizie sulla vita economica di Ivrea ci imbattiamo in descrizioni vaghe e fra loro simili. Non meno vaghe ed imprecise le notizie fornite in lavori recenti:”… varie filature di seta; diverse concerie; parecchie tintorie e stamperie di tela; alcune fornaci di mattoni e tegole; una filatura di cotone; due fabbriche di candele di sevo; parecchie manifatture di fune di canapa; alcune fabbriche di carri e carrozze…”. Una descrizione che ci fa intuire un’economia basata su attività di tipo artigianale, nonostante la terminologia usata. Prova ne è il fatto che i prodotti erano destinati al mercato locale. Autori successivi, quali i già citati Germano Tempia e Giacobbe, nonché lo Stefani confermano la marginalità di Ivrea rispetto allo sviluppo industriale del Canavese  occidentale,  notoriamente nel settore tessile. Nè i dati conservati nell’archivio del Comune di Ivrea, né le opere dei contemporanei, né quelle degli autori che si sono recentemente occupati dello sviluppo industriale piemontese confermano l’accenno dal Casalis alla notevole manifattura di panni in cui ” si noverano meglio di seicento telai”…

categorie

Contact Info

tguto.icdu2

Phone: t4h2 4h

Mobile: h56y7 h

Fax: 7h5nju6u mnj

Libreria eCommerce - Bolognino Editore Ignora